home
oggetti
materiali
eventi
soggetti
contatti
home
oggetti
materiali
eventi
soggetti
contatti
icona
cinetico4.4


icona
codice cinetico


icona





THE UNCERTAIN SCENE

reformatting the performative event



concept e regia:
Francesca Pennini

referente scientifico:
Angelo Pedroni

azione e creazione:
Andrea Amaducci
Nicola Galli
Angelo Pedroni
Francesca Pennini

vincitore del bando “Focus on Art and Science in the Performing Arts”

applicazione per eventi performativi
anno
2010


Il progetto “the uncertain scene” è basato sul principio di indeterminazione di Heisenberg e si focalizza sulla struttura stessa dell’evento performativo tramite un approccio sperimentale. Il principio di indeterminazione stabilisce che non è possibile conoscere simultaneamente il valore di due variabili coniugate (ad esempio la quantità di moto e la posizione di una particella). Conseguenza diretta del principio di indeterminazione è il paradigma secondo cui non è possibile osservare un fenomeno senza modificarlo.
“the uncertain scene” approccia questo principio come traduzione delle teorie scientifiche ai parametri della scena e all'influenza diretta sulle modalità, i "contratti" e le norme tacite del teatro. L’evento performativo viene riformattato in una struttura permeabile mettendo in discussione il ruolo dell’autore, il sistema logistico, relazionale e politico “spettacolo- spettatore” e lo statuto ontologico di una pièce determinata/indeterminata incapace di riferirsi ad una forma originale. La ricerca procede per esperimenti che coincidono con gli eventi performativi.
Ogni esperimento è numerato, consequenziale, non ripetibile e si esaurisce nella lettura dei risultati dati dalla pratica scenica. Le performance esistono autonomamente e sono espedienti necessari alla raccolta di informazioni atte ad alimentare la ricerca. Il procedimento di riformattazione è applicabile a qualsiasi performance esistente, dal repertorio lirico al concerto rock.


Ha partecipato a fasi di creazione e a performance eccezionali:
Jacopo Jenna