home
objects
materials
events
subjects
contacts
home
objects
materials
events
subjects
contacts


07 SETTEMBRE 2012 | 10 AM >>> 10 PM

DODICI ORE CINETICHE

Aspettando il Festival | Teatro Comunale di Ferrara

10:00 

14:30 

17:45 

18:00 

18:15 

18:25 

18:30 

18:45 

19:00 

21:30 

MAP 

INFO 




 
REPORT CINETICO: Le 12 ore cinetiche sono accadute.
Il piano criminale di tempistiche sigillate / invisibilità urbane / apparizioni inaspettate / agguantamenti eroici / depistaggi polizieschi / minacce distruttive / rigore tassonomico / densità di inseguitori/ performance mimetiche... ha funzionato!
I partecipanti al workshop urbano si sono dimostrati ottimi camaleonti metropolitani trasportandosi in passeggiate cieche di composizioni sonore, hanno eseguito coreografie mimetiche mescolandosi al popolo del mercato con grande criminalità e realizzato "biopsie dorsali" sfiorando lo stalking.
I giocatori al cinetico4.4, con la consueta grammatura di risate e sadismo, hanno combattuto per performance in cui lo spettatore diventasse corpo dell'azione, dispiegando spiegazioni fotografiche acute e insolite (Ndr: a me purtroppo invisibili causa temporanea sospensione dell'ubiquità).
E immediatamente dopo si dispiegano con grande poesia le pieghe e le note di Floriano D'Auria nello svolgimento di assiomi lirici e geometrici iscrivendosi (anch'esso con colori camaleontici) nelle geometrie dello spazio della Rotonda Foschini e aprendo le performance pomeridiane con un momento di bellezza e ironia per innescare il percorso serrato di vignette urbane da XD.
E la sublime voce di Floriano passa il testimone a doppiaggi sonori di registratori per bambini, petardini e megafoni diluendo nella città apparizioni fumettistiche e ultrasature.
Superman rischia di caricare un ciclista anarchico e ottantenne sulle striscie pedonali, Luca ferma in corner un vigile pronto ad arrestare i nostri SPYderDOG monumentali che gesticolano sotto al Savonarola aggrottato, l'esserino acefalo e gommoso di baloone rimbalza cieco tra spalle e spigoli per poi infilarsi nel camerino di uno dei negozi più belli della città da cui spuntano una serie di performer bendati e muniti di mazza da baseball: è il momento della mezz'ora adrenalinica ed enigmistica di I x I.
Alla fine anche questa volta siamo stati ai patti... non abbiamo distrutto nulla... Slam Jam è rimasto candido, gli spettatori vivi. Le stampe di Mustafà Sabbagh intonse. Rischi millimetrici e grande precisione dei performer-automatici di serie (Alfa e Kappa) e delle new entry Gamma e Sigma.
Gli spettatori dopo una ventina di minuti di pericolosa e criptica aleatorietà prendono il possesso della tastiera con un progetto molto preciso: guidare i performer fino a fuori dal negozio. Allo scadere del timer riescono a portarli tutti al piano superiore collaborando e generando muri umani di rimbalzo.
Decodifica del codice da parte degli spettatori: 50%.
Gli esemplari di <age> sono effettivamente pronti a tutto. Hanno interpretato ruoli dal repertorio di collettivo cinetico con carica e cura (...e pelle ben tesa) immersi negli sguardi sbigottiti dei passanti, tagliando traiettorie eroiche in piazza Trento Trieste, registrando i commenti di bambini e signore-bene scandalizzate da cotanto colore e carne.
In <age> hanno affrontato gli sguardi anche di amici e genitori... Senza scomporsi sono riusciti a esporsi in tutta la loro bella verità. (comunicazione di servizio agli esemplari: le correzioni a l'Arboreto fra tre giorni. Pronti al massacro miei amati esemplari.)
E poi e poi... il gran finale!!!
Flash mob a sorpresa in piazza cattedrale con un giga-comportamento agonistico di <age>!
Cerchi di partite che si intersecano contemporaneamente coinvolgendo centinaia di persone presenti di fronte al Duomo.
Gloria continua ad arrivare seconda e Giulio è per la prima volta vincitore ufficiale di una competizione decisamente di alta categoria (e dose etilica per alcuni giocatori accidentali raccattati in loco...).
Francesca elimina i pluripremiati campioni di <age> Luca e Demetrio (solo per via dell'allenamento mimetico).
Grazie ai numerosi partecipanti a questa giornata di festa per la riapertura del Teatro Comunale di Ferrara dopo il terremoto e la presentazione della nuova stagione di danza. Grazie per aver contribuito ad innescare fenomeni cinetici. Grazie a tutti i partecipanti al workshop che con grandissimo entusiasmo e azzardo hanno attraversato la città ciechi e performanti.
Grazie ai giocatori a cinetico4.4 che si sono letteralmente messi in gioco con divertimento e rigore. Grazie a tutti i cinetici, che si sono dedicati incondizionatamente e hanno generato vita, energia, stimoli.
Grazie alle centinaia di spettatori che hanno attraversato i lavori.
... e grazie al Teatro Comunale di Ferrara, a IBS che ha ospitato il gioco cinetico4.4, ai temerari di Slam Jam che hanno ospitato I x I.

Ci vediamo a teatro...
o sui passaggi pedonali...
be cinetico!