home
oggetti
materiali
eventi
soggetti
contatti
home
oggetti
materiali
eventi
soggetti
contatti
icona How not
to be seen


icona
cinetico4.4


icona Two days before the
day after tomorrow


icona
Bodyscapes


icona
Corpografie


icona


icona Endocorpo
Esocorpo





il corpo utopico


tenuto da:
Francesca Pennini | CollettivO CineticO


Il workshop sarà strutturato in una fase di preparazione del corpo che privilegia l'aspetto sensoriale/percettivo e una fase creativa che percorre in formato didattico il processo compositivo della performance "EYE WAS EAR", concetrandosi sulla sintomatologia e l'anatomia del corpo virtuale.

Anatomia del corpo utopico
Mappatura del proprio corpo in base ai luoghi virtuali che contiene, alle eterotopie, utopie e parti alla deriva.
Studi percettivi sulle dive>rse qualità di presenza delle varie parti del corpo. Analisi delle possibilità meccaniche, simboliche e sensoriali dei propri luoghi utopici.

Sintomatologia e fenomenologia del corpo utopico
Il rovescio del corpo, il dietro come luogo utopico, come corpo virtuale privato di valore identitario.

Lavoro sul movimento e sulla percezione del nostro retro, sulla consapevolizzazione della schiena e la proiezione dell'attenzione.
Costituzione di un regolamento di movimento che connoti le possibilità cinetiche in maniera specifica.

Ipertesto
Creazione di un ipertesto di movimento tramite una rete di links tra "cinémi caldi" che rendono il performer un "utente" della composizione cinetica.

Si tratta di una partitura aperta e non lineare, un processo in cui il danzatore è attivo nella scelta e presente nell'estemporaneità dell'azione. I cinemi caldi possono essere parte di una tassonomia di movimenti comune a tutti i performer ma differenziata nell'utenza personale.

E' possibile un'eventuale presentazione del lavoro o performance finale in uno spazio reale o virtuale (tramite sedi online che ospitano altri frammenti del progetto C/o).